Recensioni / Guide

artic3

Ero alla ricerca di un dissipatore VERTICALE dal rapporto qualità prezzo ovviamente favorevole, non troppo ingombrante e che mi fornisse una certa sicurezza anche in caso di numerose ore di utilizzo. La scelta è ricaduta sull’ARCTIC FREEZER 13 CO dove CO sta per Continuous Operation.

Sul sito del produttore viene ripotato questo ["CO" stands for Continuous Operation and makes the cooler suitable for PCs with non-stop operation like servers. This feature is brought by the dual ball bearing used in the fan, which reduces rotational friction, i.e. is significantly less sensitive to dust and high temperature and hence is up to 5 times more durable than generic or modified bearings.

The included fiber reinforced retention module offers long-lasting support for the CPU cooler's weight throughout its lifetime]

La differenza con il modello “liscio”, infatti, sta tutta nella ventola di raffreddamento da 92mm marchiata appunto CO, di un bel colore grigio fumo.

Esiste anche una versione “PRO” del FREEZER 13, di dimensioni leggermente maggiori (e non adatto al mio cabinet) dotato di ulteriore ventola di raffreddamento situata alla base delle heatpipe di rame.

Le foto che seguono cercano di entrare nel dettaglio, per quanto possibile, del prodotto e del posizionamento all’interno del case.

Ma andiamo con ordine e partiamo con 2 foto del packaging funzionale ed essenziale che contraddistinguono i prodotti Arctic

clip_image002clip_image004

Pronti, via!... ma la prima cosa da fare per montare il dissipatore è… smontare la ventola.

Per vere accesso alle viti di serraggio sul socket della piastra madre bisogna rimuovere la ventola dal dissipatore facendo leva sulle “clip” posizionate ai lati della ventola stessa.

Operazione semplice ma che implica una certa dose di “delicatezza” per non compromettere il dissipatore prima ancora di poterlo posizionare.

All’interno della confezione è presente tutto il necessario per il montaggio nei vari socket Intel e AMD e ben divisi in confezioni separate.

clip_image006

 

 

 

 

 

 

 

Ecco una panoramica del contenuto

clip_image008

Per iniziare vediamola da vicino questa ventola dal classico design “Arctic”:

Lato A

clip_image010

Lato B

In questa foto si notano le clip su cui far pressione per smontare la ventola

clip_image012

Dall’alto

clip_image014

Altre 2 foto della ventola in posizione verticale

clip_image016clip_image018

 

In questa foto si nota anche il connettore PWM 4pin per il controllo della velocità di rotazione da parte direttamente dalla mobo.

La velocità della ventola varia da 600 a 2000RPM girando su doppio cuscinetto a sfera.

Passiamo ora a dare uno sguardo al corpo del dissipatore 4 heatpipe in rame e ben 700g di alluminio garantiscono una adeguata dissipazione per CPU fino a 200watt di TDP massimo.

clip_image020clip_image022

 

In questa foto (e in quella precedente) è ben visibile la particolare forma a “V” del dissipatore nella faccia opposta a quella che ospita la ventola. Più avanti scopriremo l’aspetto pratico di questa conformazione.

clip_image024

Purtroppo non è un’illusione ottica… il mio dissipatore presenta un leggero problema di “fuori asse”

clip_image026clip_image028clip_image030

clip_image032clip_image034clip_image036

Nelle 3 foto qui sopra, in particolare quest’ultima, si nota la pasta termica Arctic preapplicata sullo zoccolo in rame a contatto con la CPU.

clip_image038clip_image040

Lo zoccolo di montaggio che si vede in primo piano nelle 2 foto mi ha fatto un po’ preoccupare perché pensavo andasse a toccare i condensatori della mobo in prossimità del socket …

Timori infondati!

clip_image042clip_image044clip_image046

 

 

clip_image048clip_image050

Le frecce rosse indicano i piedini di ancoraggio

Ed eccolo finalmente posizionato

clip_image052

In questa foto si nota anche il tassello di ancoraggio che ha la doppia funzione di fissare il dissipatore allo zoccolo e contemporaneamente lo zoccolo alla mobo.

Vi ricordale quanto detto in precedenza sulla particolare forma a “V”?

Ecco svelato il motivo:

clip_image054

Senza questo accorgimento sarebbe stato impossibile raggiungere la vite di fissaggio.

Ed ecco finalmente il dissipatore completo di ventola, come potete notare la simmetria del Freezer 13 è tale per cui lo spazio occupato e perfettamente centrato sul socie della mobo, in questo modo il dissipatore non interferisce con moduli RAM dotate di dissipatore.

clip_image056clip_image058

La prospettiva della foto può ingannare un po’ ma le misure sono abbastanza precise (concedetemi una tolleranza di +o- 1mm…)

La mobo in foto è una Asus P5KPL-SE la distanza tra il socket e il primo modulo di RAM è di 3cm, lo zoccolo del Freezer 13 si pone quindi a 2cm dalla stessa e per finire rimane 1 cm di spazio tra la ventola e la RAM.

Ultima considerazione.

Sul sito del produttore viene riportata un’altezza complessiva pari a 13cm, verissimo, però bisogna considerare che il dissipatore sta sopra alla CPU quindi c’è da aggiungere ameno 1cm per l’altezza complessiva: è bene ricordarsi questo particolare perché l’Artic Freezer 13 necessita di distanza mobo-case di almeno 14,5cm per starci comodamente senza toccare le pareti del case.

Valutate bene gli spazi interni del vostro cabinet prima di acquistarlo!

clip_image060