Recensioni / Guide

Medley 3 Evo : il mediaplayer secondo 4geek

 

Il 4Geek Medley 3 Evo, rappresenta l’ultimo nato della serie Medley, un folto gruppo di media players & recorders che, oltre alle funzioni tipiche di un lettore multimediale, offre la possibilità di registrare da fonti esterne acquisibili tramite ingresso analogico (Medley HMR-510) e/o direttamente dal sintonizzatore integrato (Medley serie 2 serie 3), quindi con il lusso del “Timeshift”, dell’EPG e con la possibilità di programmare direttamente le registrazioni dalla guida programmi.

 

 

 

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

 Il Medley 3 Evo che ci è stato fornito è dotato di firmware 755 (C775DP_SR20E), riporta system revision 329742 ed è basato sul REALTEK RTD 1283 (presentato ufficialmente a dicembre 2009), chipset noto sia per le prestazioni interessanti, sia perché comune a molti prodotti similari (es. MEDIACOM My Movie i60T, DViCO TViX-6600N, FANTEC R2750, A.C. Ryan Playon, EAGET M890,  ViVo Time Machine, Xtreamer PRO, EMTEC MovieCube, etc.). La sezione Dual Tuner HD, sempre su base REALTEK, adotta il chipset RTL2832, in uso anche su ricevitori USB tra cui, uno su tutti, il Digivox II di MSI. Attualmente è in vendita su YouBuy.it (e svariati altri store online) a meno di 180,00 euro, spedizione inclusa.

 

 

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

L'HDD utilizzato per la prova è un Samsung HD501LJ (7200RPM) ed è risultato da subito perfettamente compatibile. Tuttavia, dato che il Medley non ha un sistema di disattivazione del disco per inutilizzo, si consiglia di adottare un HDD a risparmio energetico (Ecogreen di Samsung o Caviar Green di WD) in grado di disattivarsi in caso di prolungato inutilizzo, senza che il comando venga impartito dal sistema. Il Medley 3 Evo è connesso ad una LAN casalinga (che fa capo ad un Linksys WAG320N) a cui confluisce anche un PC-Server che monta Windows 7 Ultimate. L'uscita HDMI pilota un TV Philips Plasma con risoluzione nativa 1080i e l'audio analogico in uscita viene riprodotto da un amplificatore stereofonico Audiolab (sfortunatamente non abbiamo disponibilità di un apparecchio Home Theater, quindi sulla qualità e la compatibilità dei flussi multicanale, non possiamo pronunciarci)

 

 

 

CONNESSIONI       [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

 

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg                               http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

Dotato di un parco connessioni molto ampio e completo. 

La scheda accanto riporta tutte le connessioni in/out

 - Doppio sintonizzatore DVB-T HD

  - Lettore di schede SD, MMC, MS

 - Bay interno per alloggiare un HDD da 3,5” Sata (I, II, e III fino a 2TB)

 - Plug ethernet 100 Mbps

 - Modulo WiFi USB IEEE 802.11b/g/n USB 2.0

 -2 porte Usb, 480 Mbps USB 2.0 (1.1 compatibile) 

 Uscite audio:

  STEREO L-R | S/PDIF Digital Output (Coassiale e Ottica)

 Uscite video:

 Hmdi 1.3b out

  SCART In /Out: 21-pin connettore (con RGB)

  SCART In/Out: 21-pin connettore (con RGB) for AV dispositivo esterno

  HD analogica component Y, Pb, Pr (480p, 720p, 1080p)

  Video Composito(RCA)

 

 

 

DOTAZIONE        [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

Oltre al packaging molto curato, la prima cosa che salta all’occhio è sicuramente la ricca dotazione di accessori; volendo necessariamente fare i venali, il solo valore del contenuto extra giustifica un terzo del costo di tutto l’apparecchio. Ecco rappresentato schematicamente quanto troviamo incluso:

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_5.jpg

Il telecomando in dotazione (diverso da quello rappresentato nello schema sopra) 

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

è completo e bello esteticamente, anche se la pressione dei tasti produce un click che, alla lunga, può diventare fastidioso, soprattutto nelle operazioni di browsing dei contenuti, che prevede la pressione continua dei tasti freccia. L’angolo di ricezione del ricevitore IR è molto ampio (quasi 180°) e il telecomando “tira” tranquillamente fino a 5/6 metri (cioè tutto lo spazio che abbiamo a disposizione).

L’unità Wi-Fi USB in dotazione (manco a dirlo, una Realtek su chipset RTL 8191SU) è capace, almeno sulla carta, di 300Mbps, ma di fatto stenta abbastanza con i contenuti ad alto bit rate (testata anche su PC, con driver ed utilities proprietari).

Il manuale è ampio e ben leggibile, anche se le informazioni più importanti si acquisiscono “sul campo”, sia perché, da buoni italiani, normalmente ne tralasciamo la lettura, sia anche perchè alcuni aspetti non sono trattati o descritti solo sommariamente. La dotazione di un cavo HDMI di ottimo livello è un plus non da poco, a nostro avviso.

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_6.jpg

Visto il diametro (40mm) e la velocità di rotazione della ventola di sistema, ci si aspetterebbe un ronzio fastidioso, come spesso accade su motherboard ITX con CPU/GPU integrata; al contrario il rumore prodotto è appena percepibile e già inudibile a meno di un metro dall'apparecchio.

Dall'accensione del Medley 3 Evo al momento in cui appare l'interfaccia di sistema, passano circa 25 secondi, dopo i quali il menù è perfettamente consultabile, senza alcun rallentamento o lag. Menù e sottomenù sono ben organizzati, perfettamente leggibili anche ad una certa distanza dalla TV (3,5 m, con 42’) e la grafica del menù principale, su fondo scuro, è di grande effetto.

 

 

 

SETUP DEL SISTEMA      [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

Decidiamo di rimandare momentaneamente l’invito iniziale a configurare la sezione TV e concludiamo, in meno di due minuti, la configurazione di base: ci viene chiesto di immettere la lingua, impostare l’ora (4Geek consiglia di impostarla in “manuale” e noi confermiamo che è la scelta migliore) e di indicare l’indirizzo IP primario della nostra rete. Procediamo quindi alla formattazione dell’HDD, che viene portata a compimento quasi istantaneamente e senza intoppi; al termine, troviamo il nostro spazio già organizzato in cartelle: REC, Image, Movie e Music. Inseriamo la chiavetta Wi-Fi in dotazione e, dopo aver immesso la password di rete, siamo immediatamente connessi alla LAN.

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_77.jpg

Avendo tutto il materiale archiviato sull’unità di storage connessa in rete, il passaggio successivo prevede il dialogo del Medley con il nostro server. Com’è noto, Windows 7 di default non ha attivo l’account “guest” (oltre ad adottare altre misure di protezione da accessi indesiderati), per cui, anche avendo impostato il più alto livello di condivisione delle cartelle, non ci è possibile accedervi liberamente dal Medley. Per ovviare, dobbiamo prima portare a termine la procedura indicata in modo molto chiaro sul forum di riferimento, al termine della quale, non solo tutti i contenuti del nostro server sono accessibili dal Medley, ma il Medley stesso è visibile tra le periferiche di rete.

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_7.jpg

Siamo ora pronti a dedicarci alla scansione dell’etere per la sintonia delle emittenti DVB-T. Con somma sorpresa, la prima scansione termina senza avere individuato alcuna emittente, nonostante l’impianto sia relativamente nuovo ed il cavo utilizzato abbia livello e qualità di segnale sufficiente (sia la TV che l’HTPC sintonizzano senza difficoltà i MUX delle emittenti principali e locali). È da subito evidente che il Medley 3 Evo, bontà sua, non si accontenti della sufficienza, ma necessiti di un segnale TV di ottimo livello: prendiamo dunque il segnale a monte del ripartitore casalingo ed il Medley ci ripaga con ben 254 emittenti sintonizzate. Senza l’inciampo sopra descritto, in poco più di 15 minuti il Medley può essere perfettamente configurato e pronto all’uso.

 

MENU DI SISTEMA E PRINCIPALI FUNZIONI      [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

 

L’interfaccia “home” del Medley, essenziale e funzionale, è strutturata in orizzontale su fondo nero e si scorre con le frecce dx/sx. Alla pressione del tasto enter, si accede alle sottosezioni che sono, nell’ordine:

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_8.jpg

 

Browser,

per accedere ai contenuti su HDD di sistema o USB, al card reader, all’unità ODD (opzionale), alla rete, a servizi UPNP, Web Radio, IMS, oltre che ai Preferiti, ovvero ai file che, di volta in volta, avremo scelto di contrassegnare come tali;

Copia file :

 utile a trasferire i contenuti accessibili dal Medley dalla fonte alla destinazione (sia essa USB, CARD, HDD, RETE, etc.), oppure per cancellare files;

Ingresso AV :

  che attiva la TV o la visione del segnale acquisito dall’ingresso analogico;

Timer :

 per la programmazione delle registrazioni TV;

Impostazioni:

da cui si effettua il setup del sistema.

Graficamente non esaltante, ma in ogni caso ben leggibile, l’organizzazione delle sottosezioni a cui accediamo dalla sezione browser. Ci appare una sorta di “gestione risorse”, assai semplice e scarna dal punto di vista estetico, ma con il grosso pregio di riprodurre, sulla barra a destra dello schermo, molte informazioni dettagliate sul file selezionato (nel caso dei video, viene mostrata la durata, la dimensione, la risoluzione, i FPS e la codifica del flusso A/V), oltre che un’anteprima dello stesso (ribadiamo anteprima, non una semplice thumbnails). Nel normale utilizzo la navigazione è reattiva, senza lag o ritardi nell’esecuzione di comandi impartiti dal telecomando

                                                                                        

                                                                                            < Media Player >     [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

    Alla prima pressione del tasto play, capiamo immediatamente perché 4Geek insiste nel definire il suo prodotto un Media Player (forse sminuendolo un po’): l’immagine riprodotta è sorprendentemente nitida, fluida e vivida; i colori sono perfettamente dosati e anche un occhio abituato e vedere gli stessi contenuti con hardware molto più costoso e performante, non può non rimanere stupefatto dal bel risultato. Ci sentiamo di poter dire che questo Medley 3 Evo è davvero un Media Player ben riuscito ed immediatamente ci è chiaro come tutte le features aggiuntive, peraltro varie, complete e funzionali, siano in realtà un contorno di un prodotto validissimo nella sua funzione di base.

 

Come già detto in premessa, il Medley 3 Evo riproduce la pressoché totalità di flussi A/V e container; infatti, nella prova sul campo, non ha avuto alcuna difficoltà a leggere tutto ciò che gli abbiamo dato in pasto, ovvero: H264, Mpeg2, Vob, Divx, Xvid in container TS, MP4, MKV, AVI, WMV e con risoluzioni a 1080p e 1080i. Ottimo ed esente da imperfezioni macroscopiche anche l’upscaling dei contenuti a risoluzioni più basse.

Per completezza di informazione, riportiamo i formati video e audio compatibili, così come specificati produttore:

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_9.jpg

Video: MPEG2 HD (ts, tp), DivX HD (avi), Xvid HD (avi), MKV, H264, MPEG1/2 (dat, mp, vob, ifo), DivX (avi), XviD (avi), ISO (DVD e BLU-RAY)

Audio: Dolby Digital, AC3, WMA, AAC, OGG, WAV, MP3.

 

 

                                                                                                 

 

 

 

 

                                                                                                         < Sezione TV >     [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

Pur certi che si tratti di un dettaglio trascurabile, non ci è piaciuto il fatto che, per attivare la visione dei programmi TV dall'interfaccia del Medley, occorra selezionare un anonimo “ingresso AV”, dovuto forse al fatto che il firmware è derivato da prodotti non dotati di sezione TV (che quindi registrano unicamente il segnale proveniente da fonti esterne). Non abbiamo gradito nemmeno il fatto che la TV non sia sempre richiamabile dal tasto DVB presente sul telecomando, ma solo da alcune posizioni di menù. Altra piccola pecca è l’impossibilità di scorrere velocemente la lista delle emittenti sintonizzate (richiamabile con tasto enter).

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_11.jpgVeniamo ai pregi che abbiamo riscontrato: il cambio canale è discretamente veloce (circa 2 secondi per emittenti facenti capo allo stesso MUX, diversamente circa 3 secondi); la trasmissione è pulita e stabile, senza gli “squadrettamenti” tipici delle trasmissioni digitali (forse grazie anche al segnale potente in ingresso). L’immagine riprodotta è molto gradevole (soprattutto le emittenti HD), ben bilanciata ed i colori non sono falsati; il risultato è davvero ottimo, così come già descritto in precedenza.

Il Medley 3 Evo è dotato di un doppio tuner DVB-T HD e, come tale, può registrare fino a due programmi contemporaneamente, oppure registrare un canale e riprodurne un secondo. Non ci è piaciuto il fatto di non avere l’immediato riscontro della registrazione in essere: non ci sono led sul display che indichino che stiamo registrando (presenti su altri prodotti 4Geek), non c’è una sezione del menù né evidenza nell’OSD che è in atto la registrazione.

Altro aspetto che ci lascia perplessi: durante la registrazione, la pressione del tasto pausa genera interruzione temporanea nella registrazione, oltre che non nella visione in diretta. Nota di merito, invece, alla versatilità epotenza del processore, che ci consente di riprodurre un contenuto HD mentre, contemporaneamente, sono in registrazione due flussi televisivi (operazione che, stando alle indicazioni della casa, non sembrerebbe possibile)

Ben fatto e utile, poiché pieno di informazioni, l’OSD che viene mostrato ad ogni cambio canale. Il “Timeshift” (che non viene arrestato al durante lo zapping), funziona a dovere; ad ogni pressione del tasto, se ne aumenta incrementalmente la velocità di riavvolgimento/riproduzione. Con la pressione del tasto EPG ci troviamo nella guida programmi dell’emittente selezionata, mentre in un riquadro prosegue la riproduzione TV. In ogni momento possiamo attivare la registrazione del programma in onda, alla sola pressione del tasto REC; possiamo anche programmarne la registrazione dall’EPG, oppure manualmente, inserendo canale/data/ora e frequenza di registrazione. Quest’ultima è la modalità più utilizzata, dato che, com’è noto, la guida programmi di molte emittenti comprende solo il cosiddetto current/next.

Per dovere di cronaca, segnaliamo che una parte delle registrazioni programmate non è andata a buon fine (parliamo del 20% circa), nonostante siano state rispettate tutte le indicazioni suggerite nei forum di riferimento (programmare registrazioni lunghe, con largo anticipo, etc.). Trattandosi di un decoder FTA, la percentuale di fallimenti è, in tutta franchezza, un po’ troppo alta.

 

                                                                                     < Acquisizione analogica >

Su questo aspetto non ci sono valutazioni così interessanti da fare, salvo annotare che il Medley 3 Evo è in grado di registrate da fonte esterna acquisita analogicamente. A nostro avviso, l’acquisizione analogica è utile solo in assenza di alternative; per cui ben venga questa utile funzione che 4Geek ci mette a disposizione e che ci consentirà di registrare segnali provenienti da satellite e/o trasmissioni criptate (quindi visibili solamente dopo il passaggio nell’apposito decoder), oppure nel caso in cui intendiamo digitalizzare contenuti su supporti analogici (es. VHS). Tuttavia, per quanto valido l’hardware che esegue la registrazione, tutto dipende dalla bontà della fonte e sarà pesantemente influenzato dalla doppia conversione necessaria: da digitale ad analogico e viceversa. Il risultato della prova, in linea con le premesse e con coscienza dei limiti insiti, è comunque più che soddisfacente.

 

                                                                                       < Riproduzione foto >

Ovviamente, oltre alla possibilità di visionare la singola immagine, il Medley 3 Evo consente di riprodurre presentazioni di un gruppo di immagini. Ricca la possibilità di impostare e personalizzare gli effetti di transizione (dissolvenza, cascata, serpente, alto/basso, sinistra/destra, etc.) con il plus interessante dell’effetto Ken Burns, modalità di visualizzazione molto diffusa, basata sul PAN and ZOOM che ben si sposa con l’hardware adottato da 4Geek: Il risultato è davvero magnifico, lo scorrimento delle foto è fluido e pulito, senza artefatti, forse addirittura migliore rispetto al risultato ottenibile con un PC e con Windows Media Center.

 

                                                                                        < Servizi Internet >  (Weather, Flickr, YouTube, Picasa e News RSS)

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

Il firmware che montiamo durante la prova non è in grado di riprodurre correttamente i filmati di YouTube (il problema non è direttamente imputabile a 4Geek, piuttosto a YouTube stesso, che ha modificato alcuni parametri di accesso), sebbene il bug sia già stato sconfitto con il nuovo firmware, messo a disposizione da 4Geek, con buona tempestività, al termine della nostra prova. Questo piccolo inghippo non ci frena dal plaudire alla riuscita funzione di cui il Medley è dotato: questa feature ci ha sorpreso per velocità e qualità di esecuzione, le foto vengono riprodotte praticamente in tempo reale, in modo fluido e con effetti di transizione; anche le news RSS sono immediate e perfettamente leggibili. Impostare la ricerca dal tastierino del telecomando non è certo comodo, ma inevitabile; in ogni caso, alla pressione del tasto OK passano davvero pochi attimi, prima di vedere visualizzato il risultato della richiesta. Dunque, se ritenete questa una funzione importante per il tipo di utilizzo che fareste del Medley, procedete subito all’acquisto, non ne resterete delusi (sapendo come e dove mettere le mani, è anche possibile inserire IMS personalizzati).

 

                                                                                             < Bit torrent >

http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

Anche in questo caso, siamo di fronte ad una feature aggiuntiva, un add-on interessante, che concorre a rende appetibile il prodotto. L’interfaccia, a cui dare in pasto il file torrent precedentemente scaricato, è raggiungibile da qualunque PC della rete attraverso il browser internet (occorre inserire l’IP del Medley) ed è simpatica e graficamente gradevole, seppure presenti un leggero lag nell’esecuzione dei comandi; non mancano tutte le indicazione utili (es. velocità di download/upload) e i settaggi del caso (es. gestione della priorità del download). Il server ci è parso piuttosto lento ad accedere al torrent, ma soprattutto a scaricarlo, se confrontato ad un normale torrent-client su PC (microtorrent, nel caso in questione). In ogni caso la comodità di gestire i download via web, e lasciare che il Medley si occupi della questione, è un elemento che ci porta a dirci soddisfatti di questa funzionalità nel suo complesso. Piccolo appunto: ad ogni riavvio, il Bit Torrent è disattivato e va riattivato dal menù di configurazione (non capiamo se sia una scelta voluta o semplicemente un bug).

 

                                                                                                 < Display >


http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/Medley3Evo_41.jpg

Per quanto bel leggibile (solo da vicino) e perfettamente organizzato, in un prodotto di questo tipo, a nostro avviso, non se ne intravvede la necessità. Non possiamo tralasciare l’utilità dello stesso (in accoppiata ai tasti di controllo a sfioro presenti sul lato destro del medley 3 Evo) se non altro, per riprodurre musica o copiare files senza accendere la TV. Parecchio fastidiosa la mancanza di una funzione per disattivarlo completamente allo spegnimento: occorre ricordarsi di farlo, intervenendo sul tasto dimmer del telecomando, ogni volta che si spegne l’apparecchio e riaccenderlo, alla stessa maniera, alla successiva riattivazione.

 

 

CONSIDERAZIONI FINALI       [ menu principale  http://htpcitalia.it/images/stories/2011/Medley_3%20Evo_recensione/freccia_su.gif ]

Prodotto sicuramente interessante per chi cerca un media player e/o un media recorder evoluto, ma non sostitutivo né paragonabile ad un HTPC, anche perché non nato con tali velleità. A nostro avviso, per sfruttarne appieno le potenzialità, occorre appartenere ad un pubblico giovane (vedi Bit Torrent) o, comunque, possedere un minimo di conoscenze informatiche di base. Molti aspetti potrebbero essere migliorati, sia sotto l’aspetto grafico/estetico, sia funzionale. Forse il limite più grosso che abbiamo riscontrato è la percentuale di fallimenti nell’eseguire le registrazioni programmate (nel nostro caso, una su cinque non è andata a buon fine). Tuttavia, sorprendentemente compatto (appena più grosso dell’HDD che è in grado di contenere), silenzioso e molto versatile, il Medley 3 Evo è un media player egregio e fa abbastanza bene tutto ciò che promette di saper fare, ad un costo tutto sommato esiguo. Nessuno dei limiti riscontrati ne pregiudica il valore, che, nelle funzioni base, va ben oltre le attese.

Info 4Geek:

 Attualmente 4Geek, marchio di punta della sammarinese OfCourse S.p.A. (mamma anche di YouBuy.it), ha in catalogo svariati prodotti a spiccata inclinazione multimediale, in grado di riprodurre, sulla nostra TV, musica, foto e video, anche ad alta definizione ed in container “ostici”, come l’MKV: dal minuscoloJuice MKV(player HDMI tascabile) al compattoDyploMedia Player (riproduttore XviD, DivX, MKV e network player); dal futuristicoStreamy MKV(NAS, Samba server, media player e network player) all’ultra-flessibilePlayo(media player e network player pressoché universale, disponibile anche con SO Android).

 

RICONOSCIMENTI

Medley 3 evo ha ricevuto Il riconoscimento PC Professionale VIP Silver.

 

LINK

Supporto HTPCITALIA    Medley 3 EVO

 

Specifiche dettagliate del Medley 3 EVO

Forum Ufficiale 4Geek, pagina dedicata al Medley 3 Evo

Video del Unboxing del Medley 3 Evo                                        Videorecensione del Medley 3 Evo

Il prodotto che abbiamo testato, il 4Geek Medley 3 Evo, rappresenta invece l’ultimo nato della serie Medley, un folto gruppo di media players & recorders che, oltre alle funzioni tipiche di un lettore multimediale, offre la possibilità di registrare da fonti esterne acquisibili tramite ingresso analogico (Medley HMR-510) e/o direttamente dal sintonizzatore integrato (Medley serie 2 serie 3), quindi con il lusso del “Timeshift”, dell’EPG e con la possibilità di programmare direttamente le registrazioni dalla guida programmi.

Dotato un parco connessioni molto ampio, il Medley 3 Evo, indubbiamente rappresenta il modello di spicco dell’omonima serie e si distingue dai fratelli minori essenzialmente per:

  • la presenza di un doppio sintonizzatore DVB-T HD

  • la compatibilità con tutte le principali codifiche/container A/V

  • la presenza della funzione di Bit Torrent

  • la possibilità di fruire di contenuti online tramite IIS Internet Media Services (YouTube, Flickr, Picasa, Rss e Meteo)

  • la presenza di un lettore di schede SD, MMC, MS

 

In comune con gli altri modelli, il Medley 3 Evo è dotato di:

  • uno bay interno per alloggiare un HDD da 3,5” Sata (I, II, e III fino a 2TB)

  • un plug ethernet 100 Mbps

  • Samba Server, UPnP e FTP

  • dotazione di un modulo WiFi USB IEEE 802.11b/g/n USB 2.0