News

Inizialmente sembrava che l'adozione dei decoder compatibili DVB-T2 potesse diventare obbligatorio già a partire dal 1 gennaio 2013, per tutti i modelli dotati di certificazione bollini Silver e Gold del consorzio DGTVi. Ma negli ultimi mesi sono intervenuti cambiamenti tecnici di tale rilevanza da indurre la stessa DGTVi a riconsiderare i propri piani. Il tutto è stato anche sancito dalla legge 44/2012 in cui il Governo ha stabilito che a partire dal 1 gennaio 2015 tutti i produttori di televisori dovranno integrare nei modelli in vendita un sintonizzatore digitale terrestre in standard DVB-T2 e che, a partire dal 1 luglio 2015, non potranno più essere venduti televisori privi dello stesso sintonizzatore e di un decodificatore H.264/AVC o successive evoluzioni.

Successive evoluzioni che sono state recentemente approvate dall'ITU e che fanno riferimento al nuovo codec H.265 HEVC. Il consorzio DGTVi ha quindi aggiornato le specifiche annunciando l'adozione della codifica H.265 HEVC per i futuri decoder e sintonizzatori TV in standard DVB-T2  In particolare, il mercato vedrà l'introduzione di due nuovi bollini di certificazione siglati "Silver T2" e "Gold T2" che richiederanno la compatibilità DVB-T2 e H.265 HEVC con supporto di risoluzione fino a 1080/50p. La compatibilità sarà resa obbligatoria a partire dal 1 gennaio 2015 per tutti i nuovi modelli introdotti sul mercato e un aggiornamento con tutte le specifiche dettagliate verrà rilasciato nel HD-Book DTT 3.0 nel corso del 2013. I primi decoder DVB-T2 H.265 HEVC con bollini "Silver T2" e "Gold T2" sono previsti sul mercato già a partire dal 2014.

Queste importantissime decisioni sono comunque già state comunicate dal consorzio DGTVi all'ANITEC - Associazione Nazioanle Industrie Informatica, Telecomunicazioni ed Elettronica di Consumo.

Per maggiori informazioni: DGTVi Logo Program 2013(in inglese)

Fonte: DGTVi